MERATE

ViviAmoIlViale – Concorso di idee

DOVEMerate (Lc)
TIPOLOGIAConcorso di idee
SUPERFICIEViale Verdi
CRONOLOGIA2016
MAGGIORI INFOcomune.merate.lc.it
PIAZZAMENTOVI
TAVOLA 1
TAVOLA 2
TAVOLA 3

ONDE URBANE

L’idea progettuale nasce da più esigenze: rendere riconoscibile il luogo, trasformandolo da sito di passaggio a luogo del vivere; sviluppare la mobilità dolce rendendo piacevole il percorso, “riammagliare” il tessuto urbano del viale al centro cittadino. La risposta è nelle acque del fiume Adda, fonte di ispirazione della proposta. La nuova pista ciclopedonale ricalca idealmente l’incedere del corso d’acqua, per conferire un andamento naturale a un tracciato urbano che naturale non è. La serpentina sfrutta gli spazi per ritagliare superfici alla sosta, come l’alveo del fiume alterna tratti scorrevoli ad anse riparate, inclusive di sedute e fasce verdi che invitano alla socialità. Lo stesso disegno della planimetria nasce da sequenze di “onde ideali” che si sovrappongono dando vita a pista, vegetazione, aree di sosta e arredi. Il risultato è un piccolo parco lineare, o meglio “curvilineare”, caratterizzato da linee morbide e armoniose.

Dalle sedute al design minimal dei lampioni, l’arredo è di tipo contemporaneo, un linguaggio urbano che rispecchia una visione di città moderna, proiettata in modo consapevole verso il futuro, attenta alla funzionalità e all’ambiente. Concetti mutuati dai modelli di smart city, che non stridono con la necessità di concretezza delle amministrazioni, perché si possono attuare con strumenti che la tecnologia mette a disposizione già oggi. Due esempi: il calcestruzzo foto catalitico, o mangiasmog, usato per strade e arredi, assorbe inquinamento e rilascia ossigeno; il rivestimento fotoluminescente della pista ciclopedonale, che assorbe luce di giorno e la rilascia di notte.

Basso livello di manutenzione e una buona dose di rusticità sono criteri alla base delle scelte vegetali effettuate. La selezione prevede essenze arboree e arbustive, perenni e graminacee, declinate in un’assortimento di portamenti e tonalità che garantiscono varietà, cambiamento e motivi di interesse nelle quattro stagioni, con un occhio di riguardo all’autunno e ai suoi colori caldi.

LA TORRE, SIMBOLO DI MERATE

MENZIONE DELLA GIURIA

``La soluzione proposta, diversamente dalle altre in questo concorso, affronta il tema della connessione del quartiere con il Centro Storico, in modo alternativo e provocatorio, attraverso l'immaginaria riproposizione di una visione naturalistica che soggiace al disegno complessivo``